Archive for the 'Visita Ferrara' Category

Magia a Ferrara

Author: admin
11 27th, 2014

Dal 2011 novembre a Ferrara è magico, grazie al Festival della Magia, ovvero una serie di spettacoli con molti eventi collaterali, che è partito il primo novembre 2014 a Comacchio, toccando ogni fine settimana diverse località della nostra regione, per approdare il 29 novembre nella nostra città.

Il tutto parte grazie a una buona causa, sostenuto da IBO onlus, con l’idea di diffondere la cultura della magia e allo stesso tempo far conoscere le azioni di volontariato portate in giro per il mondo da IBO Italia. Un’associazione che si occupa di volontariato, servizio civile, progetti di cooperazione, educazione e sensibilizzazione su pace, diritti umani, giustizia sociale e molto altro ancora. Gli spettacoli spaziano dalla magia sia classica, che moderna, comica e parlata e all’illusionismo, con immancabili colpi di scena. Il tutto si svolge al Teatro Comunale “Claudio Abbado” e la chicca di quest’anno è l’ospite d’onore, niente meno che il Mago Silvan che si esibisce dal vivo. In questa atmosfera non mancano appuntamenti itineranti in città, in tema con il festival, con visite guidate nei luoghi più misteriosi di Ferrara, con cene e aperitivi magici e il concorso “Artemagia” che premia giovani artisti studenti del liceo artistico Dosso Dossi, con opere che fanno incontrare l’arte della pittura con quella della magia.

Domenica pomeriggio è il momento dei ragazzi con un laboratorio di magia che si svolge presso la Caffetteria Castello Estense Ferrara.

Mai come in questi giorni la nostra città è circondata da un alone di mistero e fascino.

Noi ci saremo anche stavolta, e voi?

Veronica

Delizia Estense

Ferrara Vintage

Author: admin
11 18th, 2014

Dal 21 al 23 novembre 2014 si svolge a Ferrara la seconda edizione del Festival “Officina del Vintage”, vero e proprio punto di riferimento per gli esperti e appassionati del genere, forte del successo ottenuto con la prima edizione. Un punto di vista e un approccio non convenzionale a tutto ciò che è vintage e remake sono le basi di partenza per questo evento che si anima presso gli Imbarcaderi del Castello Estense. Non si tratta solo di capi e oggetti datati, ma anche di nuove creazioni artigianali volte a rivisitare i costumi del passato, spaziando dall’abbigliamento agli accessori, ai gioielli, ai libri, agli oggetti di design e tanto altro ancora. La mostra mercato vuole proporre una selezione ricercata di collezionisti e artigiani specializzati in questi prodotti dal fascino indiscusso che tanta risonanza hanno presso le nuove generazioni. Vengono inoltre messe in mostra le foto più votate di un concorso fotografico dedicato agli utenti Instagram intitolato “Natale Vintage”, avente lo scopo è dare ai concorrenti la possibilità di sfogare la loro creatività, utilizzando vecchie foto di famiglia o creandone di nuove mantenendo lo stile retrò. Il programma prevede diversi eventi, presentazioni, proiezioni, con l’intento di raccontare tutto ciò che è vintage sotto le più svariate sfaccettature.

Questo fine settimana presso il Quartiere Fieristico di Ferrara va in scena “Usi e Costumi”, fiera internazionale che ha come finalità l’approfondimento del patrimonio storico e la tradizione, volta a chi opera nel turismo sostenibile. È per definizione un vero e proprio “viaggio tra luoghi, sapori e rievocazioni storiche”. Scoprire il patrimonio culturale e la storia di località sia italiane che estere attraverso rievocazioni storiche, festival, itinerari turistici è la missione di questo evento. Questo contesto è l’ambiente ideale per far incontrare operatori culturali del settore e associazioni.

Sabato 22 novembre il Teatro Comunale ospita nelle sale del Ridotto l’ottavo appuntamento di In Corde: il Festival, giunto all’ottava edizione, tocca le città di Modena, Imola, Carpi, Budrio e Bologna dal 16 al 23 novembre. Diversi interpreti di alto livello che suonano brani famosi, tutto con lo scopo di esplorare quel mondo affascinante che rappresenta la chitarra. Considerando che tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero, ci sembra davvero una splendida occasione per deliziarci con ottima musica. Tutti gli appuntamenti di Ferrara sono delle delizie, noi ne sappiamo qualcosa.

Veronica

Delizia Estense 

Ferrara non dorme mai.

Author: admin
11 8th, 2014

Dopo il grande successo ottenuto dalla prima edizione, torna a Ferrara “Mastro Birraio Ferrara”, fiera specializzata sulla birra artigianale, nei padiglioni di Ferrara Fiere, occupando uno spazio di 6.000 mq.

Dal 7 al 9 novembre 2014 c’è la possibilità di degustare centinaia di birre e sfiziose prelibatezze gastronomiche di alta qualità, con tanto di corsi di degustazione tenuti dai più grandi esperti italiani, per imparare a fare gli abbinamenti e la produzione in casa della birra. Tutte le bevande sono presentate direttamente dai loro produttori e sono presenti anche i produttori degli impianti per la fabbricazione artigianale della birra. Una ricca kermesse che offre intrattenimento per tutte le esigenze. Per gli appassionati, sono presenti giochi datati come calcetto, freccette e vecchi giochi elettronici. Concerti e spettacoli teatrali itineranti fanno da giusto corollario a questa tre giorni di delizie. Laboratori artigianali che insegnano a produrre birra tradizionale e quella senza glutine, oltre al loro abbinamento con i formaggi. Navette gratuite collegano la stazione dei treni con la fiera. Una volta di più, la nostra città offre l’occasione di condividere un momento di festa deliziando i partecipanti su più fronti e prendendoli per la gola.

Non dimentichiamo che domenica 9 c’è anche l’appuntamento mensile con la Fiera del Prodotto Naturale Biologico in Piazza Trento Trieste. Promossa dall’associazione “Giardino dei semplici” che hanno come scopo divulgare prodotti naturali biologici, siano esseri alimentari o per la cura del corpo e della casa.

L’8 e 9 novembre sono anche i giorni in cui si svolge in questo mese il mercatino di artigianato hobbystico “La Fucina delle idee – Opere d’ingegno”, nel quale si possono trovare creazioni di ogni sorta che hanno come unico comune denominatore passione e originalità trasformate in prodotti in ceramica, legno, stoffe e quant’altro frutto della creatività di artigiani che dal nulla creano vere e proprie opere d’arte.

Ferrara non dorme mai, non vorrete farlo voi? Vi aspettiamo!

Veronica

Delizia estense

11 8th, 2014

Come alcuni di voi sanno, tra le mie varie attività faccio parte del team degli instagramers Ferrara, detti igers. Gli instagramers sono gli utilizzatori di Instagram, un’applicazione fotografica, che permette la condivisione di foto in rete. La community organizza eventi e promuove attività del territorio. 

Ebbene, quando ho letto che davano la possibilità di andare alla Reggia di Colorno, vicino a Parma, dentro la scuola internazionale di cucina Alma, non ho saputo resistere… sono sempre attratta dalle nuove esperienze e poi quelle di tipo culinario anche di più.

L’evento riguardava la presentazione di un menu a KM 0, cioè con prodotti presi direttamente dai coltivatori diretti e la  presentazione di un concorso culinario, utilizzando solo prodotti del territorio del Parco Tosco Emiliano.

La scuola Alma è una delle più importanti a livello internazionale, è il frutto della collaborazione tra istituzioni pubbliche e private, la Provincia e la Camera di Commercio di Parma, con l’obiettivo comune di valorizzare la cucina italiana e più in generale i prodotti italiani, favorendone lo sviluppo e la diffusione in tutto il mondo. ALMA forma cuochi, pasticceri, sommelier, manager di sala e della ristorazione, provenienti da ogni Paese, per farne veri professionisti grazie ai programmi di alto livello realizzati con gli insegnanti più autorevoli, il cui rettore è lo chef Gualtiero Marchesi, un nome conosciuto a livello mondiale.

Mi arriva la conferma della partecipazione, lunedì 3 novembre ci si trova alla reggia di Colorno: parteciperanno alla giornata anche altri instagramers di Parma e Reggio Emilia. É sempre bello conoscere nuovi igers con cui si condivide la passione dell’applicazione ma anche della fotografia e di tutte le applicazioni connesse. Lunedì sono prontissima, ho organizzato la famiglia, ho realizzato il solito gioco d’incastri per i figli, il lavoro e quindi parto.

Ecco, guidare non è che mi piaccia, anzi lo trovo di una noia mortale, però sono tutta eccitata all’idea di quello che mi spetta, tanto che forse non mi accorgo nemmeno che per arrivare a Parma ci vogliono due ore: infatti arrivo con grande anticipo per cui che faccio? Siamo nella zona del mio formaggio preferito, il Grana Reggiano Vacche Rosse, quindi lo vado a comprare… un pezzo, no! Quattro pezzi: due li regalo, due me li tengo e me li gusto accompagnata dalla marmellata di pomodori verdi che so fare. Che profumo emana il grana vacche rosse, è quello stagionato oltre i 24 mesi, una bontà… noi in casa lo mangiamo così, a pezzettini… sono già contenta della mia trasferta. Si, ma la giornata continua e arrivo a Colorno. Trovo il parcheggio e oplà mi trovo davanti a questo splendido palazzo, di cui una parte è dedicata alla scuola Alma e un’altra invece è adibita a museo: mi piace l’idea che gli edifici storici abbiano una loro  funzionalità ancora oggi in epoca moderna, purtroppo riesco solo a vedere solo una parte della reggia, ma mi riprometto di ritornarci. Entro è c’è una serie di cortili, uno dopo l’altro, ovvio che tiro fuori il telefono e scatto, nell’attesa di conoscere gli altri igers.

Arriva Sara, igersreggioemilia, poi con un po’ di ritardo Davide di igersparma: la cosa bella degli igers è che hanno tutti una certa propensione al sorriso e un pizzico di follia: ci troviamo bene.

Ci accompagnano in aula sottotetto con le bellissime capriate a vista, tutta attrezzata per la presentazione. I partecipanti sono tutti ristoratori che si trovano nella zona del Parco Tosco Emiliano. I miei compagni di avventura sono sempre lì con il telefono o il tablet in mano a scrivere o chattare. Parliamo sottovoce delle nostre community e delle varie attività che abbiamo in corso, ci scambiamo informazioni, condividiamo. Intanto il direttore della scuola presenta il progetto di un concorso culinario in cui i partecipanti, i ristoratori dei comuni del parco, dovranno presentare un menu a km 0 composto di antipasto, primo, secondo piatto e dolce utilizzando i prodotti del territorio e che tenda a valorizzare il tema del prodotto tipico soprattutto in attesa di Expo 2015. Wow, mi dico, vorrei avere più competenze culinarie per poter essere il giudice di questa gara, ma purtroppo non le ho.

Ci spostiamo nella sala del ristorante della scuola, rimango subito colpita dalla presentazione della tavola e da un mega televisore in cui si vede la cucina e tutti i cuochi in azione… bellissimo! Come sono veloci, mi incanto a guardarli. Il menù offerto varia tantissimo, da un antipasto di frittella di castagne, su un letto di fonduta di ravviggiolo, miele e genziana, all’insalata di fagianella al tartufo bianco, alla zuppa di rane ed erbe spontanee, trota di fario alla cenere di cipolla e funghi, crema di radici amare e pane di montagna al Sassolino gelato di dragoncello su composta di cachi alla vaniglia. Ecco, mi va bene tutto… ma le rane? Mi torna in mente quando mio nonno mi portò in un ristorante a mangiarle fritte: ecco, non è proprio un bel ricordo… Va bene, ma non posso certo fare la schizzinosa. Iniziano ad arrivare le portate, il servizio è eccellente, ci servono acqua e vino, ci cambiano forchette a ogni portata con molta gentilezza, e soprattutto sono velocissimi, non sbagliano un tempo tra una portata e l’altra. Ecco, arrivano le rane ehm, come si mangiano? Vedo un ossicino che spunta fuori… sono in estrema difficoltà… ah ma per fortuna che sono in un tavolo con altre persone per cui mi metto a osservarle… benissimo, prendono le rane con le mani… dopo avere mangiato la zuppa. Va là, mi ero già immaginata a dovere gestire in altra maniera la situazione.

Alla fine del pasto escono gli chef e lo staff della cucina, io subisco sempre il fascino della divisa, poi adoro gli uomini che sanno cucinare forse perché in due mosse riescono a creare dei piatti che io neanche se m’impegno tre giorni riesco. Ci spiegano la realizzazione dei piatti e poi alla domanda che chiede da dove arrivino i prodotti e viene fuori che le rane e le trote di valle provengono da Ferrara!

Si ride, si scherza, c’è una bella atmosfera, i ristoratori sono curiosi.

Grazie Appennino Tosco Emiliano e scuola Alma, è stata un’esperienza ricca di conoscenze.

Veronica

Instagramer Ferrara

Delizia Estense  

10 21st, 2014

Feshion Coupon, agenzia di promozione e organizzazione eventi di Ferrara, promuove l’evento “Calici d’Autunno”, nell’ambito della rassegna di eventi volti a rivalorizzare il centro storico e tutte le varie attività commerciali. Il 25 ottobre 2014 questa degustazione eno-gastronomica itinerante si snoda per le sei principali vie della zona pedonale dalle 11 alle 15 e dalle 17,30 alle 21,30. Acquistando un ticket per soli 10,00 € si possono degustare tre calici di vino e tre pietanze composte di un antipastino, un piatto della tradizione e un dolce. Il tutto in un contesto come il nostro centro storico per dare un tocco magico in più a questa splendida iniziativa. Diversi locali del centro ospitano questa iniziativa, con l’aiuto di camerieri che sono i migliori alunni che l’Istituto Alberghiero Vergani-Navarra mette a disposizione ogni anno. Ci sembra davvero una bella occasione per venire a scoprire la nostra splendida città.

Nel frattempo, si è aperta il 5 ottobre un’esposizione di dipinti di arte sacra del Cinque e Seicento di grandi maestri ferraresi come Sebastiano Filippi detto il Bastianino e Ippolito Scarsella detto lo Scarsellino, che si protrarrà fino al 30 agosto 2015 a Palazzo Bonacossi. La successiva destinazione di queste opere sarà Palazzo Schifanoia non ancora completamente ristrutturato in seguito al terremoto del 2012. Una delle opere di punta presenti è sicuramente il Busto di Leopoldo Cicognara di Antonio Canova. Una ricca mostra divisa in quattro sezioni che tra l’altro è addirittura a ingresso libero. Attenzione però, che di domenica è chiusa.

Tra le tante proposte di questo fine settimana, c’è anche il LinuxDay, nell’ambito della Giornata nazionale dedicata alla promozione di Linux e del Software Libero e Open Source che prevede una serie di eventi organizzati simultaneamente in più di cento città in tutta Italia per tutta la giornata del 25 ottobre 2014. Anche qui l’ingresso è libero e il suo svolgimento è nell’Aula Magna Polo Scientifico Tecnologico in via Saragat n. 1. Lo scopo è diffondere questi prodotti gratuiti ed è rivolto a chiunque, dai neofiti agli esperti del settore. Molti volontari del Ferrara LUG (Linux user group) sono poi a disposizione di tutti i partecipanti per rispondere a tutte le loro domande e curiosità. Ancora una volta, ce n’è per tutti gusti. Le occasioni si ripetono, si ampliano, interessano il pubblico più disparato, ma una cosa non cambia mai: l’ambientazione ovvero Ferrara!

09 18th, 2014

Sabato 20 e domenica 21 settembre 2014 si celebrano le GEP, Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei. Anche quest’anno lo slogan, ormai consolidato è: “L’Italia tesoro d’Europa”. Un fine settimana dedicato al patrimonio culturale italiano con musei aperti gratuitamente, iniziative e visite guidate. Questi eventi riguardano tutto il territorio nazionale e per l’occasione sono aperti al pubblico gratuitamente i luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale.

Nella nostra città è prevista l’apertura gratuita dei Musei Civici, quindi il Museo della Cattedrale, Palazzo Schifanoia, Palazzina Marfisa d’Este, Museo del Risorgimento e della Resistenza e Casa di Ludovico Ariosto. Sono inoltre previste aperture a pagamento a prezzo ridotto e a orario prolungato per Casa Romei, il Museo Archeologico Nazionale, la Pinacoteca Nazionale e non solo. Le iniziative sono molteplici e tutte le informazioni si trovano in rete su www.beniculturali.it e www.ferrarainfo.com . Si tratta indubbiamente di una serie di occasioni imperdibili per poter scoprire molti tesori della nostra città gratuitamente o quasi.

Per vivere poi momenti lieti di tutt’altro genere, ci sono gli ultimi giorni di Oktorfe che si chiude il 21 settembre, il Festival della birra artigianale e non solo che, nella sua unicità, si propone come Festival delle birre artigianali sapientemente creata ad hoc dalle magiche mani di mastri birrai del territorio, che potrete vedere e conoscere, in collaborazione con rinomati birrifici. Questo evento vuole divulgare e ampliare la cultura del “fare birra”, combinando unicamente materie prime eccellenti, abilità e fantasia! Oktoberfe ha anche un gustoso profilo gastronomico che trova espressione in una zona ristoro dove deliziarsi con piatti della tradizione ferrarese contaminati da diverse divagazioni teutoniche! Ma Oktoberfe è anche musica, installazioni, foto, degustazioni, vino, lezioni, spazio bimbi, mercatini, libri, scrittori, fantasia, noir, allegria, brindisi, convivialità, giovialità e chi più ne ha più ne metta. Tutti i dettagli li potete trovare su www.oktoberfe.com . Queste sono solo alcune delle iniziative che arricchiscono una volta di più il fine settimana di Ferrara. Cosa state aspettando?

Eventi del festival

MUSICA

INIZIO CONCERTI ORE 22.00

Venerdi’ 12 Settembre • THE GROOVIN ROOTS

Sabato 13 Settembre • ROCK TRAIN SLAVES

Domenica 14 Settembre  • UNDERGROUND RAILROAD

Lunedi’ 15 Settembre • THE MOGSY

Martedi’ 16 Settembre • BIG KAHUNA

Mercoledi’ 17 Settembre • STRIKE BALL

Giovedi’ 18 Settembre • THE FIREPLACES

Venerdi’ 19 Settembre • WE ARE WAVES

Sabato 20 Settembre • ELEFUNK

Domenica 21 Settembre • RUBICONIANS

LIBRI

Venerdi 12 Settembre ore 19:00

SERATA ” SUGARPULP” (www.sugarpulp.it)

Modera Giacomo Brunoro

Sabato 13 Settembre ore 19:00

Lorenzo Mazzoni (Koi Press) e Enrico Pandiani (Rizzoli) presentano la serata

“IL COMISSARIO MORDENTI INCONTRA L’ISPETTORE MALATESTA”

Modera Marco Belli e Marco De Luca (Meme Publischers)

Venerdi’ 19 Settembre ore 19:00

Presentazione di “LA SCELTA DI LAZZARO” di Alessandro Bastasi (Meme Publischers)

Modera Marco Belli

Siamo letteralmente agli sgoccioli dell’estate più piovosa che si ricordi, ma a Ferrara splende sempre il sole delle idee.

Una città in continuo fermento, ricca d’iniziative e variegate offerte, che non vuole essere da meno in questo inizio settembre.

Sabato 6 settembre si svolge una divertente avventura gastronomica a tappe coronata poi fino a mezzanotte da musica, animazione e visite inattese: si tratta della quinta edizione di Street Dinner #5. Un esclusivo evento gastronomico a tappe, un grande avvenimento che prende forma sulla strada: un appuntamento itinerante che vede i commensali accompagnati da una sorta di concierge virtuale alla ricerca del luogo in cui saranno imbanditi i tavoli sotto le stelle.

Solo all’ultimo momento, infatti, tramite sms e Twitter sarà svelato il suggestivo scenario del centro storico estense in cui si potrà prender parte al picnic chic, brindare per l’aperitivo e poi partire alla ricerca della cena open air rigorosamente a base di prodotti di qualità e ricette preparate con le eccellenze del territorio ferrarese.

Tutte le informazioni si trovano su www.visitferrara.eu .

Dal 5 al 14 settembre 2014 e per la prima volta anche nel fine settimana del 20-21, il cielo si tinge di mille colori sopra Ferrara: un vero spettacolo in una magica e particolare atmosfera che solo le mongolfiere sanno dare nell’ambito del Ferrara Balloons Festival 2014. La rassegna di palloni aerostatici più importante d’Italia riserva un punto di vista d’eccezione ai suoi visitatori, per osservare dall’alto Ferrara, i suoi parchi, le piazze rinascimentali e il borgo medievale, accarezzati dal vento e con la testa letteralmente fra le nuvole. Il palcoscenico prescelto è il Parco urbano Giorgio Bassani: un’area verde che si estende a nord della città compreso tra le mura e il Po. Un autentico polmone verde adibito anticamente a riserva di caccia della famiglia degli Estensi e che ora rappresenta un sistema articolato di zone verdi -attrezzate per il tempo libero e la ricreazione-, laghetti, percorsi pedonali e piste ciclabili: un vero e proprio paradiso di 5000 metri quadrati per grandi e piccoli, con giochi gonfiabili, un percorso sospesi sul ponte tibetano, pesca ai cigni, tappeti elastici, laboratori, pony, ma anche un villaggio dello sport, musica e spettacoli.

Uno spettacolo che continua al tramonto quando parte Night Glow, lo spettacolo delle mongolfiere che s’illuminano e danzano nell’aria a suon di musica: imperdibile. Per tutta la durata della manifestazione si può prenotare un’ora di volo libero, che splendida opportunità! Il tutto è organizzato da Comune e Provincia di Ferrara con la collaborazione di Ati Mongolfiera.

Tutte le informazioni si trovano su www.ferrarafestival.it.

Noi abbiamo una gran voglia di vedere Ferrara dall’alto e voi?

Delizia Estense

08 20th, 2014

Tra le varie avventure che ho condiviso da quando sono entrata a far parte del team degli Instagramers Ferrara, nel piovoso mese di Luglio e Agosto ho vissuto anche la creazione di un Flashmob. 

La nostra squadra è composta di otto persone, di fascia di età diverse, con menti molto creative e soprattutto con voglia di realizzare nuovi progetti per la valorizzazione del nostro territorio, promuovendo eventi già presenti .

Tra di noi parliamo tramite una chat, ricca di frasi e di idee, a volte anche senza senso, di link, di foto e altro ancora. Di sicuro da queste conversazioni sono usciti dei progetti che si sono concretizzati in una mostra fotografica, nel sostenere associazioni on-lus e nella promulgazione di eventi del territorio ferrarese.

A Ferrara da fine Agosto per dieci giorni, da ventisette anni a questa parte , si tiene il Buskers Festival, un evento dedicato agli artisti di strada. Vengono selezionati circa 25/30 artisti provenienti da tutto il mondo, musicisti, mimi, artisti di vario tipo che si esibiscono in diversi punti del centro storico della città. Oramai per noi ferraresi questo è diventato un periodo in cui la città si desta: oltre agli artisti,  la città si riempie di altre attività, da zone in cui si può ballare per strada, a concerti nel sottomura.

Lo scopo della nostra community di Instagramers è quella di promuovere il nostro territorio con lo strumento delle foto e quindi abbiamo iniziato a pensare a qualcosa che potesse valorizzare questo evento .

Inizia così la parte creativa. Buttiamo fuori le idee: Giovanni salta fuori con l’idea di realizzare un video, stile Flashmob, tipo trailer pre-inizio Buskers, scaturendo un’esaltazione generale nel nostro gruppo. Bellissima idea: quindi ci si trova tutti alla Delizia per fare un punto della situazione e cercare di organizzarci. Tra di noi c’è Mirko, che oltre a fare foto è anche videologo e video maker: ci fa subito notare che non siamo in grado di farlo da soli. Quindi che si fa? Beh, dobbiamo trovare un partner competente! Ci viene subito in mente l’organizzazione di Ferrarabynight, un’associazione che questa primavera ha realizzato un bellissimo video e flashmob coinvolgendo studenti e negozianti, visualizzando Ferrara in vari momenti e con diverse persone.

Incontriamo questo gruppo di ragazzi che ci spiegano la loro attività sul territorio . Ci troviamo subito in sintonia, ci fanno presente quali sono le difficoltà che si incontrano per realizzare un video (dalla musica ai permessi, al coinvolgimento delle persone…). Da questo momento, intorno al 12 Luglio, ci dividiamo i compiti e ci si trova con i rappresentanti del Buskers Festival, i quali sono entusiasti dell’idea quanto noi. Non solo, sembrava non aspettassero altro. Così vediamo di trovare un accordo su come gestire il tutto e lo troviamo. Ferrarabynight si occupa del recupero di un dj e della strumentazione, noi Instagramers della ricerca dei partecipanti: decidiamo la data per la realizzazione del video e il luogo in cui girarlo. Creiamo una lista: giocolieri, ballerini, musicisti, fumettisti, dj. A fine luglio non è proprio facile cercare di coinvolgere gente in così poco tempo e soprattutto informandoli che non ci sarà nessun riconoscimento economico, se non la gloria e la citazione nei titoli di coda del video: ma tutti accettano con il sorriso e intendono partecipare. La data fissata è giovedì 7 agosto: solo pochi giorni prima arriva la musica e i ballerini definiscono la coreografia .

Mercoledì 6 agosto noi Instagramers ci troviamo per un breafing con Ferrarabynight e Buskers Festival. A questo punto siamo pronti, si racconta come sarà creato il video, la scenografia, si definiscono i dettagli, si ride, si scherza si distribuiscono i compiti per chi filma, per chi suona, per chi fotografa.

Eccoci, è arrivato il 7 agosto, non piove per fortuna: ore 17.30, tutti lì in piazza municipale. Ci sono venti ballerini, sei artisti del circus con fiaccole e giocolieri, otto musici tra sassofonisti, trombettisti, chitarristi, un dj con console, quattro ragazzi che filmano e un regista con megafono.  Piccola riunione per definire il tutto e poi via, siamo carichi e preparati, io mi siedo per terra, faccio le foto con il telefono, la mia macchina fotografica viene utilizzata per fare video.

Ecco che parte la musica, è la V sinfonia di Beethoven. La piazza è semivuota, giovedì i negozi sono chiusi, qualche ciclista passa per il centro e si gira stupito: ancora trenta secondi e parte il pezzo dance, entrano in scena da sotto i portici i ballerini tra i quali ci sono anche dei bimbi, la coreografia è hip hop…. Ma quanto sono bravi! Entrano i ragazzi del circus con la barra infuocata che fanno ruotare in alto, riesco a fotografarli al volo (mentre sono praticamente distesa per terra): grande scatto, o forse grande dose di fortuna, chi lo sa? Poi mi passano davanti i suonatori, una bellezza, c’è anche chi strimpella l’ukulele.

Parte il terzo pezzo, tutti gli artisti sono in mezzo alla piazza ed eseguono i loro movimenti… Sono già curiosa di vedere cosa ne verrà fuori. Tutti quelli che filmano si muovono, girano per la piazza, si piegano, c’è anche chi riprende dall’alto, chi dallo scalone della piazza sotto il sole estivo…

Proviamo il pezzo tre volte, il tutto dura circa venti minuti…

Io faccio 70 scatti, dei quali buoni 7!

Sono già contenta così…

Il video viene montato in pochi giorni e, oplà, ora è su tutti i social network e siamo solo all’inizio. Volevamo un video trailer pre-evento Buskers Festival: ci siamo riusciti con un budget inesistente, coinvolgendo tante persone, ci abbiamo lavorato per un mese. Ci saranno sicuramente critiche e polemiche, ma io ci ho messo del mio come tutti: è stata un’esperienza impagabile, ci siamo impegnati molto, l’abbiamo fatto con il cuore e tanta sana passione e credo che questi ingredienti portino sempre a dei grandi risultati.

Grazie a tutti, alla prossima avventura!

Dimenticavo, il video, eccolo qua!

Veronica

Delizia Estense 

Sotto una nuova luce

Author: admin
08 1st, 2014

Piazza Trento Trieste è “sotto una nuova luce”: questo è il nome ufficiale dell’itinerario che sabato 2 agosto vede l’intera serata dedicata alla riscoperta del centro storico riqualificato. A partire dalle 22, con la partenza di una passeggiata culturale da piazza Castello, passando per il Giardino delle Duchesse e piazza del Municipio, con approdo finale in piazza Trento Trieste per l’accensione inaugurale del nuovo impianto di illuminazione, che vede lampioni in stile retrò accanto a faretti di ultima generazione. É un connubio tra ispirazioni nostalgiche e richiami al presente, il nuovo abito da sera con cui piazza Trento Trieste si mostra ai ferraresi e ai turisti, facendo sfoggio di inediti effetti di luce per dar risalto ai suoi gioielli monumentali più preziosi. Lo storico Francesco Scafuri, facendo sosta nelle quattro piazze, ne ripercorre le vicende e le trasformazioni subite nei secoli, fino ai più recenti interventi di riqualificazione, evocando tra l’altro illustri personaggi del passato che hanno legato i loro nomi a quei luoghi, alla presenza anche del sindaco Tiziano Tagliani, dell’assessore comunale ai Lavori pubblici Aldo Modonesi e del Ministro dei Beni e delle attività culturali e del Turismo Dario Franceschini, oltre ad alcuni dei tecnici comunali che hanno curato i lavori di riqualificazione di piazza Trento Trieste e che ne illustrano i dettagli e gli esiti.

Si svolge i giorni 1 e 2 agosto la terza edizione di “C’è birra e birra”, una due giorni per degustare birra artigianale di qualità, con stand gastronomico, musica e divertimento presso il Chiostro di San Paolo in piazzetta Schiatti 9. Una vera scoperta delle birre di microbirrifici artigianali provenienti da tutta Italia. L’evento mette in contatto il pubblico con i produttori che danno consigli sul tipo di birra da consumare, spiegano come viene prodotta e quali sono i tipi di gusto e retrogusto, facendo assaporare i loro prodotti. Si tratta quindi di una vera cultura della birra che fa vivere a tutti un’esperienza emozionante. La manifestazione, puntando sulla qualità, si rivolge ai giovani per un approccio che non sia solo di consumo ma anche di degustazione, per un bere consapevole; e ai meno giovani, che forse hanno già esperienza, per allargare le loro conoscenze. Le due serate sono allietate da gruppi musicali e gadget per tutti i partecipanti.

Altri eventi animano la nostra città, sempre più vitale: ce n’è sempre per tutti i gusti, ora che l’estate è nel pieno non potete certo mancare!

Vi aspettiamo!

Delizia Estense 

Primo Piano Festival

Author: admin
07 18th, 2014

La nostra città, sempre così in fermento, ricca di eventi e iniziative, questa volta sta quasi superando se stessa.

Si svolge da stasera al 26 luglio 2014 presso il Palazzo Costabili il Primo Festival Pianistico Internazionale di Ferrara, un Masterclass con pianisti e professori di fama mondiale, nel centro storico di Ferrara, “Città delle Biciclette” e Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Ferrara Piano Festival è un’associazione no-profit fondata nello stato di New York che si avvale della collaborazione di altre associazioni e fondazioni sia in Italia che negli Stati Uniti ed è dedicato al potenziamento di talentuosi giovani pianisti attraverso programmi come festival e masterclass, così come l’assegnazione di borse di studio. L’obiettivo principale è quello di promuovere lo scambio culturale degli studenti di pianoforte tra gli Stati Uniti e in altri paesi e facilitare la mobilità internazionale dei giovani pianisti. Ferrara Piano Festival è stato fondato dal pianista italiano, Simone Ferraresi, soprattutto per dare ai giovani musicisti diverse opportunità che non sempre vengono offerte dai vari corsi e masterclass.

I concerti degli allievi si svolgono presso il Ridotto del Teatro Comunale. Grazie a un accordo con l’associazione concertistica Carnegie Concerts a Nyack, nello stato di New York, verranno lì ospitati in recital pianistici i migliori allievi delle masterclass durante il Ferrara International Piano Festival. Le spese di viaggio di questi concerti premio saranno a carico di Ferrara Piano Festival.

Palazzo Costabili, dove si svolgerà la maggior parte del Festival è legato al nome di Ludovico Maria Sforza detto il Moro, duca di Milano dal 1494 al 1499 e fu commissionato dal nobile Antonio Costabili, personalità di spicco alla corte del duca di Ferrara . Progettato da Biagio Rossetti (1447-1516) il più insigne architetto ferrarese del Rinascimento al quale il duca Ercole d’Este affidò nel 1492 la risistemazione urbanistica di tutta la città, la cosiddetta “Addizione Erculea” – vide all’opera, dal 1500, illustri scalpellini e pittori della corte estense, ma rimase incompiuto. Una complessa operazione di restauro sulla struttura, sulle decorazioni pittoriche e sul giardino, completata nel 2010, si è posta l’obiettivo di riportare il palazzo al suo antico splendore e di renderlo pienamente fruibile al pubblico.

Che dire, in un contesto dal fascino unico, si svolge un evento senza precedenti, nel quale si fonde la classe di artisti di fama internazionale e giovani pianisti con un radioso futuro ad attenderli, in un sito storico che trasmette emozioni indescrivibili.

Vi attendiamo!

Veronica Villani

Guest House Delizia Estense