Archive for the 'Visita Ferrara' Category

04 1st, 2011

Giorno di Pasqua, marzo 1171, Basilica di Santa Maria in Vado durante la santa messa al momento dello spezzare dell’Ostia da questa  uscì uno forte spruzzo di sangue che macchiò la volta che copriva l’altare. Un miracolo eucaristico avviene a Ferrara. La congregazione presente nella chiesa in quel giorno di pasqua a Ferrara rimase meravigliata e alcuni membri della congregazione testimoniarono di aver visto al figura in un bimbo nell’Ostia. Le tracce di questo miracolo sono visibili ancora oggi coperte da una protezione trasparente all’interno della Basilica. Il ventottesimo giorno di ogni mese si pratica l’ Adorazione Eucaristica ed ogni anni in preparazione alla festa di Corpus Cristi si celebrano le solenni Quarantore a memoria del miracolo avvenuto più di ottocento anni fa. Nell’anno 1128 il giorno di Venerdì Santo un crocifisso emerse dalle acque del Fiume Po all’altezza di Ferrara e venne trasportato alla Chiesa di San Luca in Borgo a Ferrara.Oggi la chiesa ha preso il nome Chiesa del Santissimo Crocifisso di San Luca e si trova alla periferia di Ferrara.Il crocifisso è conservato all’interno della chiesa. Questi due miracoli sono parte importante della storia religiosa della città di Ferrara. Chi visita Ferrara durante il weekend di Pasqua incontrerà moltissime chiese situate nelle vie della città ognuno con la sua particolarità o storia. Per menzionare solo alcuni: La Chiesa di San Giorgio ( fuori mura ), con il suo imponente campanile pendente, è la più antica della città documentata dal VII secolo. La basilica Cattedrale di San Giorgio Martire, che si trova in Piazza Duomo, risale al 1135, con la sua particolare facciata.La chiesa di San Cristoforo alla Certosa di Ferrara si trova nel complesso della Certosa in Via Borso d’Este. La chiesa e il suo cimitero conservano delle tombe monumentali sono testimoni della storia della scultura a Ferrara con inizio nel Rinascimento attraverso il Neoclassico fino all’ Art Noveau.La Locanda Delizia Estense vi aspetta per il weekend di Pasqua!

Se avete intenzione di visitare il Carnevale di Venezia e state cercando un posto per dormire che è fuori dai soliti itinerari turistici perché non venire a Ferrara!Non c’è modo migliore per evitare la folla ed i prezzi esagerati degli alberghi di Venezia in questo periodo del anno. La bellissima città rinascimentale di Ferrara vi aspetta! Ferrara, Patrimonio mondiale dell’umanità, si trova a solo un ora e mezza da Venezia. I suoi sette lidi Ferraresi sono tra i più importanti luoghi turistici balneari in questa zona d’Italia. La splendida cittadina marittima di Comacchio, con i suoi canali suggestivi e ponti maestosi  è conosciuta come “la piccola Venezia”. La storia di Ferrara è piena di personaggi illustri  e durante il XV e XVI secolo è stato luogo di incontro per alcuni delle più importanti menti artistiche, poetiche e filosofiche dell’ epoca. I palazzi della famiglia Este sono pieni di quadri e decorazioni dipinti da maestri come Andrea Mantegna, Jacopo Bellini e Piero della Francesca. I luoghi da visitare a Ferrara includono il Castello Estense, La Basilica di San Giorgio è il Palazzo Diamante con la sua facciata particolare. Dal punto di vista urbanistico Ferrara ha il titolo della prima “città moderna” dell’Italia. Le sue strade non portano a un punto centrale ma seguono un asse lineare lungo gli argini del fiume Po dei sui canali. Per visitare Ferrara non serve la macchina. L’intero centro storico è chiuso al traffico con accesso solo per autobus, taxi e biciclette. A Ferrara la maggior parte della gente in città  gira a piedi o in bicicletta non è raro la mattina di vedere genitori accompagnare a scuola i propri figli in bicicletta.Si vedono i cestini delle bici spesso riempiti con spesa e delle volte cani di piccola taglia.  Noleggiare una bicicletta a Ferrara è semplice e veloce. Si noleggiano tutti i tipi di bicicletta sia per adulti che per bambini. Ci sono numerosi punti  di noleggio e il centro di Ferrara è ben attrezzato con  rastrelliere per parcheggio bici. La stazione dei treni e degli autobus a Ferrara è a pochi passi dal centro. Ferrara si trova sulla linea principale che porta da Bologna a Venezia con treni che partono per la città lagunare più famosa nel mondo quasi ogni ora.Alloggiate a Ferrara per il Carnevale di Venezia e scoprite due bellissime città al prezzo di una! La locanda Deliza Estense vi aspetta!

Durante le festività Natalizie a Ferrara la città di Ferrara si decora di luci colorate, mercatini di Natale, presepi suggestivi e fuochi d’artificio.A Natale questa bellissima città d’arte si trasforma in un unico grande mercatino di Natale. Il luogo ideale per comprare i regali di Natale e un centro di divertimento per tutta la famiglia.Nelle settimane e weekend prima di Natale il centro di Ferrara ospita tantissime bancarelle e stand con prodotti tipici e gastronomici, libri, oggetti artigianali e oggettistica natalizia,  Un weekend a Ferrara durante le vacanze di Natale deve includere una visita alla città di Comacchio. Dal 24 dicembre al 6 gennaio il famoso ponte dei Trepponti diventa lo sfondo insolito per un suggestivo presepe sull’acqua. In un gioco di ombre creato dai luci e dai riflessi dell’ acqua, il presepe viene posizionato nel canale di ingresso al centro storico di Comacchio e la volta dei Trepponti diventa  una  stalla calda e accogliente. Anche la città di Ferrara celebra la Natività con un presepe sull’acqua che viene posta nel fossato del Castello Estense. La mangiatoia viene posta la sera della Vigilia  di Natale è viene celebrata con una processione e fuochi d’artificio. Il presepe rimane visibile fino alla festa dell’Epifania.  Quest’ anno l’ultimo dell’anno a Ferrara viene celebrato nella Piazza del Castello con una serata di musica insieme al DJ Gimmi Bragaglia che, dalle 21.30 in poi, accompagnerà il conto alla rovescia per mezzanotte con i più importanti e famosi successi musicali degli ultimi venti anni. Allo scoccare della mezzanotte Ferrara accoglierà l’anno nuovo con la dodicesima edizione dell’ “Incendio del Castello”, uno spettacolo pirotecnico straordinario. L’atmosfera di divertimento ed ospitalità che accoglie turisti e visitatori nelle strade della città durante le feste natalizie si estende anche nei negozi, ristoranti e tutte le attività commerciali del centro storico. Chi viene a Ferrara in cerca di  vetrine addobbate di natale piene di colori, luci, scene suggestive ed oggetti preziosi non rimarrà deluso.  Insieme al resto della città La Locanda Delizia Estense bed & breakfast si sta preparando per Natale  e non vede l’ora di dare un caldo benvenuto ai suoi ospiti per un Natale a Ferrara piena di divertimento, relax e pace natalizia.  Buon Natale a Ferrara a Tutti!

ciao a tutti,

se avete in programma di trascorrere un week-end a Ferrara vi segnalo la nuova mostra inaugurata lo scorso 17 ottobre a Palazzo dei Diamanti che resterà apert fino al prossimo al 30 gennaio. E’ la prima mostra italiana dedicata al  “pittore del silenzio” Jean Siméon Chardin (1699-1779) poeta del quotidiano e cantore sensibile dei gesti delle persone comuni. La rassegna, curata da Pierre Rosenberg, massimo esperto dell’artista, è organizzata in collaborazione con il Museo del Prado che la ospiterà dopo il debutto a Ferrara.

Chardin è uno degli artisti francesi che ha avuto maggior influenza sui maestri moderni, come testimonia, fra gli altri, Van Gogh che lo considerava «grande come Rembrandt». Protagonista dell’arte francese del XVIII secolo, Chardin è stato uno dei più importanti pittori di tutti i tempi ed ha esercitato un’influenza profonda su alcuni dei principali maestri della modernità, da Cézanne a Matisse, da Braque a Morandi.

Pittore meditativo e raccolto, egli crea le tele meno “parigine” di tutto il secolo dipingendo il silenzio: un silenzio che attraversa le sue nature morte, composte con oggetti di uso domestico disposti su semplici tavoli di legno, e le sue scene di interni, in cui i domestici e i rampolli della borghesia francese, assorti nei propri pensieri, sono raffigurati nelle più semplici attività di tutti i giorni. Ogni dettaglio ornamentale è bandito, la pittura, di qualità sopraffina, diviene poesia del quotidiano, un mezzo per esaltare, con sensibilità, i gesti delle persone comuni che Chardin trasforma in grandi protagonisti della sua epoca.

 Se visitate Ferrara in occasione della mostra potete prenotare il vostro soggiorno presso la Residenza Delizia Estense in via Scandiana, 5, a due passi dal Palazzo Schifanoia, dove trovate comodi appartamenti dotati di angolo cottura, tv, connessione internet. A disposizione degli ospiti le biciclette per scoprire Ferrara su due ruote, come vuole la tradizione del luogo.

vi aspettiamo a Ferrara per un week-end di arte e cultura d’autunno.

Birdwatching a Ferrara

Author: admin
04 16th, 2010

Ciao a tutti,
si terrà dal 30 aprile al 2 maggio la V edizione  della “Fiera Internazionale del Birdwatching e del Turismo Naturalistico” a Comacchio (a pochi km da Ferrara).
Un’area espositiva con 190 espositori che coinvolge aziende dei settori dell’ottica e fotografia, editoria, abbigliamento sportivo e destinazioni naturalistiche, Parchi, enti ed associazioni.
Nell’edizione di quest’anno ci saranno nuove sezioni dedicate ai settori merceologici riferiti al concetto dello “Slow Tourism”, ossia il turismo lento tra cui il nautico fluviale, i percorsi cicloturistici, i percorsi ed itinerari enogastronomici di qualità, l’abbinamento natura e benessere. Durante la manifestazione verranno organizzati workshop fotografici, concorsi per fotografia e documentari ambientali, lezioni di birdwatching, lectures, spettacoli e visite guidate nelle destinazioni d’eccellenza e più esclusive del Parco del Delta del Po dove i visitatori potranno testare le più importanti novità nel settore dell’ottica e della fotografia.
Il B&B Delizia Estense vi aspetta per indicarvi come arrivare a   Comacchio per una visita alla zona Fiera e una passeggiata in riva al mare.

Presepi a Ferrara

Author: admin
12 18th, 2009

Segnaliamo agli amici e ospiti  della Delizia Estense che, Sabato 19 dicembre, dalle ore 16.30 - Piazza Cattedrale di Ferrara, verrà allestito il  presepe vivente. La manifestazione organizzata dal Centro Culturale “Umana Avventura”, è una “Sacra Rappresentazione” che rievoca tutte le scene dal vangelo, dalla visita di Maria ad Elisabetta, passando per annunciazione, nascita di Gesù, sino all’arrivo di magi. Per l’occasione saranno presenti circa 300 attori fra protagonisti e comparse, con un altissimo numero di bambini vestiti da angioletti.
Il 24 dicembre, ore 22.00 nel Fossato del Castello Estense, a cura del Gruppo Subacqueo Ferrarese e Canoa Club Ferrara, i sommozzatori daranno vita al “presepe sull’acqua”.
Per gli ospiti del B&B segnaliamo che intorno a Ferrara vengono allestiti veri e proprie opera d’arte con il tema della natività: a Bondeno per esempio il presepio allestito nella chiesa della piazza è sempre molto apprezzato. A Monestirolo viene creato un presepe a grandezza naturale mentre a Pontelagoscuro il centro sociale mette in scena un presepio meccanico aperto al pubblico.
Consigliamo perciò la visita ai presepi della città e della nostra provincia per immergerci nel natale ferrarese

12 4th, 2009

Buonasera, siamo pronti a visitare la città di ferrara nelvicino week end. Il punte del lunedi 7 dicembre unito alla festa dell’otto ci da la possibilità di vivere quattro giorni nella città estense. Io e mio marito abbiamo prenotato 2 stanze alla Delizia estense così possiamo portare anche i nostri due figli che vogliono vivere la piccola vacanza anche di notte. Ci prepariamo a partire confortati dalle previsioni meteo che ci hanno fornito i proprietari della delizia estense; vedremo come andrà la vacanza anche se sappiamo che dicose da vedere a Ferrara ce ne sono tantissime! Inizieremo dal palazzo dei diamanti sabato in tarda mattinata poi… vedremo!

Aggiorneremo il blog il porssimo venerdi con il racconto del nostro week end!

Ciao a tutti

Luca e Eleonora

Capodanno a Ferrara

Author: admin
11 6th, 2009

Ciao a tutti,
è ora di prenotare le ferie del capodanno presso il B&B Delizia Estense a Ferrara! Oggi i giornali hanno confermato che “si svolgerà anche quest’anno la festa di Capodanno 2010 con l’atteso spettacolo dell’incendio del Castello”. Lo hanno annunciato insieme la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, e il sindaco del Comune di Ferrara, Tiziano Tagliani, che ne hanno confermato lo svolgimento nella notte del prossimo 31 dicembre e ufficializzato anche l’impegno almeno per i prossimi tre anni.
L’edizione numero undici della manifestazione vedrà lo spettacolo musicale, quest’anno all’insegna della musica degli anni ’50, fino alla mezzanotte, quando si darà il via all’evento clou della serata: lo spettacolare incendio del Castello Estense. Otto minuti di fuochi d’artificio che saranno lanciati dal fossato, dalle balconate e dalle torri del monumento simbolo di Ferrara, accompagnati da una colonna sonora appositamente scelta per l’occasione e da un concerto di luci e colori per rendere ancor più scenografico un appuntamento che ogni anno attira oltre 20.000 persone in città.
Qui dal blog della Delizia Estense vi terremo informati sulle prossime novità di festa a Ferrara.

10 22nd, 2009

Ciao a tutti,
 è un angolo silenzioso e bellissimo quello che oggi Delizia Estense vi presenta.
Nascosto nel cuore della città, a due passi del nostro B&B e dal centro città, in vicolo del Gambone, si trova il Monastero delle Benedettine.
Il Monastero si trova nella parte medievale della città, in una zona che, in origine, era un’isola in mezzo al fiume Po. Venne realizzato per ospitare le ragazze che volevano aderire alla regola benedettina, tra cui anche Beatrice d’Este, figlia di Azzo VII Novello, e rappresenta il primo monastero femminile di Ferrara.
Nel piano superiore del monastero si trovavano le celle delle monache e una scala interna le collegava con la Chiesa. Nel 1473, una serie di lavori consentì di separare la Chiesa in due spazi, uno destinato al pubblico e uno riservato alle religiose. Nel Seicento la parte pubblica della Chiesa venne decorata da dipinti e affreschi ad opera di Francesco Ferrari e del figlio, con la Madonna con Bambino in gloria e i Santi Antonio e Benedetto
Entrando nel monastero si accede subito nel chiostro, dove è collocata la tomba di Beatrice d’Este. Da qui, un piccolo ingresso conduce nel coro delle monache, la parte della Chiesa a loro riservata, dove si trovano le quattrocentesche panche in legno e, sul pavimento, la lapide di Gurone d’Este con inciso l’anno 1567. Su un lato si affiacciano tre cappelle preziosamente affrescate. In quella di sinistra si trovano affreschi trecenteschi raffiguranti scene della Vita della Vergine, dell’Infanzia del Gesù, mentre quella a destra è decorata da scene della Passione, realizzate tra fine Duecento e metà Trecento. La cappella centrale presenta sulle pareti figure di Santi, una lunetta con l’Annunciazione realizzata da Domenico Panetti e la volta affrescata con grottesche ad opera della scuola dei Filippi. Davanti alla Chiesa, nella corte d’ingresso, c’è un bellissimo ciliegio giapponese che a primavera germoglia ricoprendosi di meravigliosi fiori rosa. Chi volese visitarlo può telefonare presso il monastero e chiedere alle monache una visita guidata per le sale e le cappelle affrescate di questo angolo silenzioso di Ferrara.

Ciao a tutti,
 chi frequenta il blog della delizia estense avrà ormai dimestichezza con uno dei più famosi musei di Ferrara e, forse, d’Italia: il bellissimo Palazzo dei Diamanti.
In alcuni dei post precedenti ne avevo parlato per la sua incredibile bellezza architettonica. Oggi segnalo una nuova mostra che ha aperto  al pubblico il 20 settembre 2009 (dalle 9.00 alle 19.00 orario continuato) dal titolo  BOLDINI NELLA PARIGI DEGLI IMPRESSIONISTI.
Possiamo pensare la mostra divisa in quattro sezioni che corrispondo alle tappe fondamentali del celebre pittore.
La prima sezione che accoglie il visitatore è un prologo dedicato agli anni fiorentini, un’esperienza fondamentale per la formazione di Boldini che porta in sé premesse importanti per il futuro sviluppo della sua pittura.
Nel 1871, Boldini si sposta a Parigi; qui si dedica da subito alla realizzazione di quadri di genere allora molto richiesti dalla ricca borghesia europea e soprattutto americana. Ai dipinti di questa fase sarà dedicata la seconda significativa sezione della rassegna. Boldini non registrò soltanto la realtà urbana. Si spinse anche nelle campagne, lungo la Senna o sulla Manica, lavorando a vedute e paesaggi con figure che costituiscono la sua personale interpretazione della pittura en plein air.
La terza sezione della mostra sarà dedicata al tema tutto boldiniano delle vedute d’atelier. Riprendendo l’indagine iniziata a Firenze, quando l’atelier era uno dei fondali prediletti dei suoi ritratti, Boldini sviluppa un interesse preciso per questo soggetto attorno alla metà degli anni Ottanta. Da questo momento la sua attenzione si focalizza, sempre più prepotentemente, sugli oggetti della sua casa e del suo studio.
La mostra approfondisce infine, nell’ultima sezine, l’evoluzione dello stile di Boldini nel genere del ritratto, dalle effigi ufficiali, a quelle che raffigurano amici e colleghi. Dopo l’esperienza fiorentina, Boldini torna a praticare il ritratto con rinnovato slancio attorno alla fine degli anni Settanta, decidendo infine di dedicarvisi completamente.
Il breve riassunto della mostra non ne rispecchia la bellezza e la completezza delle opere! L’invito perciò è di passare un week end presso il nostro B&B Delizia Estense e di visitare la mostra.