La Festa della Repubblica a Ferrara


Uno dei luoghi storici di Ferrara è indubbiamente il Castello Estense, che ha ottenuto lo status di “Museo di qualità”, riconosciuto dall’Istituto per i Beni Culturali dell’Emilia-Romagna. É il maestoso simbolo di Ferrara con le sue quattro torri circondate dal fossato, i rossi mattoni di cotto, le eleganti balaustre bianche, le prigioni e le sale per i giochi e il diletto di corte. Nel 1385 una pericolosa rivolta convinse Niccolò II d’Este della necessità di erigere una poderosa difesa per sé e la sua famiglia: sorse così il Castello di San Michele. A quel periodo risalgono la massiccia imponenza, il fossato, i ponti levatoi, le torri austere. Un passaggio coperto, ancora esistente, univa l’edificio militare al palazzo dei marchesi, oggi Palazzo Municipale. Passarono i secoli e i pericoli di sommosse cessarono. Allora il castello fu abbellito e slanciato per divenire la magnifica residenza della corte: venne arricchito dalle altane sopra le torri, dai balconi di marmo, dal cortile d’onore di linee cinquecentesche e dai fastosi appartamenti affrescati, ancor oggi visitabili all’interno del percorso museale.  Le imponenti torri, poste ai quattro angoli del Castello svettano ancora oggi sulla città, emblema della grandezza e magnificenza della Famiglia D’Este: a sud-est la Torre Marchesana e a sud-ovest la Torre di San Paolo, a nord-ovest la Torre di Santa Caterina, a nord-est la splendida Torre dei Leoni, punto panoramico da cui ammirare la città.

Un vero orgoglio per la nostra città, già tanto ricca di monumenti. Con l’arrivo della bella stagione, aumentano anche le possibilità di visitare questo gioiello, che da marzo a settembre è aperto tutti i giorni con almeno due visite guidate ogni giorno. In questo fine settimana, c’è una bella iniziativa della quale potreste approfittare: in occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno, il Castello osserva un’apertura straordinaria gratuita. Che cosa state aspettando?

Per gli amanti della natura, sempre il 2 giugno, entra nel vivo “Primavera Slow”, tre mesi di eventi per scoprire, vivere e conoscere la vasta area naturalistica protetta che si estende tra Ferrara e Ravenna. Si svolge “Slowemotion”, la Giornata Verde, a cura dell’Unione Appennino e Verde, nel corso della quale c’è una vasta scelta di escursioni e visite guidate in tutte le zone del Parco, da Ferrara a Ravenna. Si va alla scoperta della natura e dei paesaggi con l’ausilio di biciclette, barche, kayak e in sella a cavalli. Per vedere in programma completo dell’evento: www.primaveraslow.it.

Comments are closed.