Carnevale di Cento: carri e tradizione nella città del Guercino


Ciao a tutti,
 ecco alcuni appuntamenti per chi soggiorna a ferrara nei mesi di Febbraio e marzo. A pochi chilometri dalla città estense infatti, si trova Cento: cittadina bellissima e famosa in tutta Italia per il suo carnevale.
La struttura urbana di Cento risale al medioevo ed è caratterizzata dalla presenza di portici che fiancheggiano le strade principali con palazzi storici e chiese di pregio artistico, come il Palazzo del Governatore, la Casa Pannini e la Chiesa del Rosario. Altri monumenti storici sono: l’antica Rocca, sede d’iniziative estive, e il Teatro Comunale “Giuseppe Borgatti”.
Per gli appassionati d’arte, la città offre due musei di rilievo: la Pinacoteca Civica, con numerose opere di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino, genio del Barocco, che a Cento ha vissuto gran parte della sua vita, e la Galleria d’Arte Moderna “Aroldo Bonzagni”, pittore centese che ha caratterizzato l’arte italiana del ‘900.
L’avvenimento sicuramente più importante di questa città è il “Carnevale di Cento” di cui si hanno notizie già dal 1600 grazie ad alcuni affreschi del famoso pittore centese Gian Francesco Barbieri detto il Guercino.
La festa ha mantenuto i connotati della manifestazione tipicamente locale sino alla fine degli anni ‘80 quando è divenuta un appuntamento di livello internazionale gemellandosi, in questi ultimi anni, con il famosissimo carnevale di Rio.
I famosi carri allegorici in cartapesta, alti fino a 20 metri, vengono realizzati durante l’anno dalle sei associazioni carnevalesche di Cento che sfilano con più di 500 figuranti ciascuna in costumi variopinti tra le vie e i portici seicenteschi della città coinvolgendo il pubblico in un’atmosfera allegra e festosa.
Famosi testimonial, attrazioni internazionali, divertimenti, lancio di regali e gadget, spettacoli e sorprese completano la festa del Carnevale centese che si terrà nelle domeniche di 8, 15, 22 febbraio e 1, 8 marzo (la sfilata dei carri inizia alle 14.00). Ottima occasione per soggiornare nella mediovale ferrara e spostarsi a cento per la festa mascherata più colorata d’Italia.

Leave a Reply