Mostra di Carlo Bononi a Palazzo dei Diamanti

Sta per aprirsi un’esposizione imperdibile che da tempo gli appassionati di arte aspettano impazienti: la prima mostra monografica di Carlo Bononi che si terrà a Palazzo dei Diamanti dal 14 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018.

Bononi è stato un grandissimo pittore del Seicento; il suo indiscusso valore è stato offuscato nel corso dei secoli e tornato in auge grazie a un eccellente lavoro di recupero critico. Nato a Ferrara, dopo aver studiato a Bologna, si trasferì a Roma dove rimase impressionato dalle opere del grande Caravaggio. Famosissimi sono i suoi lavori nella Chiesa di Santa Maria in Vado di Ferrara e nella Basilica della Madonna della Ghiara di Reggio Emilia.

La mostra è promossa dalla Fondazione Ferrara Arte ed è curata da Giovanni Sassu, già curatore dei Musei d’Arte Antica di Ferrara e dalla Professoressa Francesca Cappelletti, docente di Storia dell’arte moderna presso l’Ateneo cittadino.

Già da alcuni mesi sono stati svelati alcuni dei quadri esposti, da “Enea e Anchise fuggono da Troia”, un capolavoro di piccole dimensioni e grande valore per la tecnica usata dal suo autore, alla monumentale pala di “Santa Margherita in trono”.

Alcune opere vengono da molto lontano per poter essere incluse nella mostra che rende omaggio al grande pittore ferrarese, in particolare direttamente da Tolosa è giunta la “Madonna di Loreto con i santi Giovanni evangelista, Bartolomeo e Giacomo”.

Non è un caso se la mostra resterà aperta così a lungo; gli organizzatori sono pienamente coscienti del grande valore storico e culturale delle opere esposte e proprio per questo vogliono dare la possibilità agli appassionati e non, di godere di un’arte sublime che incanta da secoli.

In occasione di questo grandioso evento abbiamo studiato delle offerte imperdibili che potrete consultare a questo link  http://www.deliziaestense.com/it/eventi-e-offerte.

Vi aspettiamo presto, la nostra bellissima Ferrara è sempre in prima linea per promuovere l’arte e la cultura in particolar modo i protagonisti che, come nel caso di Carlo Bononi, “giocano in casa”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •